Rodi, l’isola più estesa del Dodecaneso

Situata nella parte orientale del Mar Egeo in Grecia, Rodi è la più grande delle isole del Dodecaneso, patria di splendide spiagge, vita notturna vivace e interessantissimi siti archeologici. Le acque limpide del Mar Egeo offrono buone opportunità per praticare sport acquatici come la vela e le immersioni. Sport all’aria aperta,  musei e attrazioni completano l’offerta. La città ha ben conservato centro storico medioevale che è Patrimonio dell’Umanità UNESCO. L’Acropoli di Lindos, l’Acropoli di Rodi e il Tempio di Apollo sono le principali attrazioni.

Geografia di Rodi

Ci sono molte stazioni balneari: Pefkos è una piccola località turistica vicino a Lindos, e Ixia è una località vicino alla città capitale dell’isola. Il cuore della capitale è una città medievale splendidamente conservata racchiusa entro mura massicce. Ci sono altri siti antichi di esplorare tutta l’isola, molti villaggi di montagna incontaminata e monasteri. La natura è variegata, con una splendida costa ed un entroterra lussureggiante, con foreste di pini e cipressi, montagne sulle quali è possibile fare trekking e mountain bike. Non mancano terreni coltivati a frutta, uva, olive e piccoli villaggi di pescatori.

Mappa e foto

Leggi le ultime notizie su Rodi

Archeologia di Rodi

Al centro storico si entra attraverso una delle 11 porte della città fortificata che domina sullo splendido Palazzo del Gran Maestro, centro nevralgico dei Cavalieri di San Giovanni che hanno conquistato l’isola nel 1306 e governarono per 200 anni prima di essere spodestati dai turchi. Sopravvissuto ad assedi e terremoti, venne distrutto da un’esplosione di un deposito di munizioni nel 1856. Gli italiani ricostruirono il palazzo in stile grandioso come dimora estiva per il dittatore Mussolini e Vittorio Emanuele III (nessuna dei quali ha mai visitato l’isola). L’angolo sud-est del palazzo è impressionante: la Via dei Cavalieri con le osterie dei vari cavalieri che sono state divise in sette “lingue” in base alla loro nazionalità. Ogni divisione era responsabile della protezione di una sezione diversa della mura della città. Il vicino Museo Archeologico si trova in un edificio che un tempo era l’Ospedale dei Cavalieri dove ci sono ceramiche dipinte dal 6 ° e 7 ° secolo Avanti Cristo e la famosa Afrodite di Rodi, statua risalente al 1 ° secolo aC.

La città vecchia è anche un quartiere ebraico con una moschea ancora in attività dove c’è una targa commemorativa in onore dei morti ad Auschwitz. La terza area della città è il quartiere turco dominata dalla sorprendente cupola della Moschea di Solimano.

La seconda attrazione più importante è l’antico insediamento di Lindos, a 47 chilometri a sud della capitale. La città è costituito da circa 15  dimore del diciottesimo secolo costruite intorno a cortili di mosaici di ciottoli. Sopra di esso incombe l’antica acropoli con i resti di un tempio dedicato alla dea Athena (originariamente costruito intorno al 1100 aC e ricostruito nel 6° secolo aC).

Presso il sito dell’antica città di Ialysos, a 10 chilometri a sud ovest di Rodi, è possibile vedere i resti di un tempio del 3° secolo aC. Kamiros, a valle della costa occidentale, è stata una delle tre grandi città (insieme a Lindos e Ialysos), che si unirono nel 5° secolo aC, per formare un potente stato. Questo sito collinare bellissimo contiene i resti di due templi e un colonnato del terzo secolo aC.

Video

Uno dei luoghi più turistici dell’isola è la Valle delle Farfalle di Petaloudes dove pullulano migliaia di coloratissime farfalle attratte dalla resina degli alberi Storax.

Clima

Il clima, mediterraneo, è mite: estati calde ed inverni a volte caratterizzati da forti piogge intervellate, però, sempre da giornate soleggiate.