Kos, la patria di Ippocrate

Kos è la terza più grande isola del Dodecaneso e la patria di Ippocrate, il padre della medicina. Un’isola lunga e stretta, con due montagne basse, Dikaio e Simpatro che si snodano lungo la costa meridionale. Il suo clima mite per gran parte dell’anno, le sue grandi spiagge, la sua attiva vita notturna e l’enorme interesse storico sono alcuni dei fattori di attrazione turistica. Tra i suoi punti di riferimento vi sono il castello dei Cavalieri di San Giovanni,  l’Asklepeion, l’Agorà, il museo archeologico, la moschea e la fontana di Gazi Hassan.

Leggi le ultime notizie su Kos

Il castello dei Cavalieri di San Giovanni, costruito nel 15 ° secolo sul lato destro del porto, è il monumento più imponente del periodo veneziano.

L’Asklepieion, scoperto nel 1902 dall’archeologo tedesco Herzog, è il luogo dove i metodi di Asclepio sono stati applicati per il trattamento del malato.

Il museo archeologico contiene reperti dalle epoche classica, ellenistica e romana, comprese ceramiche antiche, statuette di Afrodite ed Eros, mosaici e la statua di Ippocrate.

Mappa e foto


La capitale è una città moderna, con viali, edifici, alberghi ma soprattutto il platano di Ippocrate, l’albero più antico d’Europa sotto il quale si dice egli insegnasse. Numerosi i villaggi sparsi intorno all’isola, come Asfendiou, Pyli e Andimacheia, Kefalos e le rovine della Astypalaia.

Kos è il luogo ideale per passeggiate a piedi o in bicicletta, perché le biciclette sono il mezzo di trasporto preferito in quest’isola pianeggiante.

Spiagge

Kardamena è una lunga spiaggia di sabbia bianca e acque cristalline, che parte dal porto del villaggio e continua per più di tre chilometri. Lambi è situata nella città di Kos. Si tratta di un chilometro di sabbia, organizzata con ristoranti, bar e caffetterie. A Therma sorgenti di acqua calda finiscono in mare attraverso la sabbia nera. La temperatura dell’acqua a volte può raggiungere i 40 gradi centigradi.